post-title Punto e accapo – Il nostro Teatro è un luogo di libertà 2013-11-21 11:35:06 yes no Autore

Punto e accapo – Il nostro Teatro è un luogo di libertà

Nel teatro si compie una sintesi di tutte le forme artistiche. Il teatro è un luogo in cui si incontrano ragione e affettività, razionalità e fantasia. Il teatro è anche un luogo del gioco, che offre all’uomo la libertà del fare e del non fare. Questo momento rappresenta il massimo potere immaginativo e creativo. Il metodo che accompagna […]

Autore

TeatroGioco

Nel teatro si compie una sintesi di tutte le forme artistiche.
Il teatro è un luogo in cui si incontrano ragione e affettività, razionalità e fantasia.
Il teatro è anche un luogo del gioco, che offre all’uomo la libertà del fare e del non fare. Questo momento rappresenta il massimo potere immaginativo e creativo.
Il metodo che accompagna il lavoro di Associazione PuntoUno si fonda su alcuni principi fondamentali che lo distinguono dai classici corsi di teatro. L’utilizzo del teatro, infatti, è mediato dall’animazione, che, attraverso tecniche mirate, favorisce lo sviluppo e il recupero di abilità sociali e personali, fa emergere potenzialità e sviluppa le capacità di comunicazione. La nostra proposta è un’esperienza che coinvolge la persona su tutti i piani: corporeo ed emotivo, in un clima di fiducia e di non valutazione. Il contesto è ludico. La fantasia e l’immaginazione, la creatività e la gradualità, permettono di porre maggiore attenzione al processo teatrale rispetto al prodotto finale (lo spettacolo sul palcoscenico).
È un metodo che vuole sviluppare una mente creativa, capace di prevedere,
produrre ed elaborare il cambiamento. Così, invece di chiudere e fare ordine apparente,
impariamo ad aprire le porte su nuove immagini ed esperienze. In questo modo, esploriamo punti di vista inediti della realtà e, quindi, svariate possibilità di rappresentarla. Nella nostra proposta, il grande obiettivo è unire la capacità “di pilotare” un processo con il coraggio e la libertà di “lasciar accadere”. Facendo scorrere dentro di noi il nostro racconto, impariamo a non essere coloro che dicono, ma coloro che vivono. Non siamo più “noi e i sentimenti”, ma “noi siamo i sentimenti”. Solo così i nostri racconti saranno più veri, più ricchi e più significativi.

Valentina e il Team di Associazione PuntoUno





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Confermando l’invio di questo modulo dichiaro di aver preso visione dell’Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679. Voglio ricevere newsletter ed aggiornamenti dal sito associazionepuntouno.net. I dati verranno conservati e trattati come indicato nell’(informativa sulla privacy)