post-title Una Sfida vinta con… Metodo 2020-07-21 10:37:39 yes no Autore

Una Sfida vinta con… Metodo

Mentre proseguono i percorsi anche d’estate (novità!) e si preparano le attività per settembre, ci prendiamo un attimo per riflettere su questo “strano” anno trascorso in Associazione PuntoUno… Nel calendario delle attività di Associazione PuntoUno, luglio è solitamente un mese di bilanci. Si tira il fiato dopo il rush finale degli esami di terza media, si […]

Autore

Associazione PuntoUno Metodo di Studio 2019

Mentre proseguono i percorsi anche d’estate (novità!) e si preparano le attività per settembre, ci prendiamo un attimo per riflettere su questo “strano” anno trascorso in Associazione PuntoUno

Nel calendario delle attività di Associazione PuntoUno, luglio è solitamente un mese di bilanci.
Si tira il fiato dopo il rush finale degli esami di terza media, si guarda con mente fredda a quanto è stato fatto durante l’anno con i bambini, i ragazzi e i genitori, si pensa a cosa migliorare e a cosa proporre di nuovo per la stagione che inizierà a settembre/ottobre, con la riapertura delle scuole.
Solitamente, scrivevamo, perché quest’anno di “solito” non ha avuto nulla.

Un Inizio Promettente

Il nostro augurio ricorrente, nelle newsletter e nelle comunicazioni con i soci, è “vivi un anno straordinario”… certo, ma non nel modo in cui abbiamo dovuto affrontare l’inizio del 2020.

Inutile sottolineare che buona parte dell’attività di Associazione PuntoUno sia scandita dall’anno scolastico e la partenza del 2019/2020 è stata quantomai stimolante. I mesi di settembre e ottobre ci avevano permesso di rinsaldare il rapporto con i nostri affezionati soci, grandi e piccoli, nonché di fare la conoscenza con tante nuove famiglie incuriosite dai post su Facebook o dal passaparola sull’opera che svolgiamo quotidianamente per migliorare il metodo di studio dei giovani che frequentano i nostri percorsi su misura.

I corsi di lingua inglese coinvolgevano gli iscritti grazie alla formula dell’imparare “in action”, con la ricerca creativa delle soluzioni e senza ansie da prestazione.

Il trascorrere delle settimane aveva visto partire anche il nuovo ciclo serale di Incontri per Genitori Straordinari, interamente dedicato alle sfide dell’apprendimento: mamme e papà trovavano consigli e strategie per trasformare i figli in studenti felici, competenti e soddisfatti. 

Parole Nuove

Poi… Poi, come ben sappiamo tutti, nuove parole, parole d’ordine, hanno fatto irruzione repentinamente nella nostra quotidianità: pandemia, distanziamento sociale, lockdown. Gli adulti, nel migliore dei casi, hanno dovuto reinventare la propria vita per fronteggiare chi lo smart working e chi i turni interminabili, le nuove difficoltà anche nelle più piccole cose, nonché la gestione dei figli a casa da scuola e alle prese con la didattica a distanza. Bambini e ragazzi, dopo un’iniziale fase di incredulità e gioia per quella che sembrava una vacanza senza fine, si sono trovati a fare i conti con ritmi stravolti, giornate interminabili trascorse tra il letto e il divano, lezioni a distanza con videocamera e microfono spenti per ottimizzare la connessione. Un sogno per alcuni, un incubo per altri.

In Azione con Metodo

Qui è rientrata in gioco Associazione PuntoUno. Piccoli e senza mezzi informatici fuori dal comune, abbiamo messo in campo tutta la nostra creatività, la nostra professionalità e, soprattutto, l’amore per i nostri ragazzi e per il nostro lavoro. E, signore e signori, ce l’abbiamo fatta! Siamo riusciti a coinvolgere praticamente tutti i ragazzi e gli adulti che ci seguono, sia nei percorsi individuali sia in quelli di gruppo. Il nostro obiettivo principale è stato non lasciare nessuno da solo e cercare il più possibile di mantenere degli appuntamenti regolari: piccole oasi di piacevolezza e normalità. Missione compiuta, con grandissima gioia e soddisfazione!

È stato commovente vedere come i ragazzi aspettassero il giorno del nostro appuntamento via Skype, come avessero voglia di condividere i loro pensieri e come questa piccola bussola sia riuscita a fargli mantenere la rotta degli impegni scolastici e della gestione del tempo. Potrebbe sembrare un obiettivo scontato, ma questo periodo ci ha insegnato che non è così, che questa è la chiave che ha permesso ai nostri ragazzi (e anche a noi adulti) di non lasciarsi andare, di non mollare tutto e rinchiudersi in una “bolla nera” fuori dal mondo.

Il Metodo di Associazione PuntoUno si è dimostrato vincente anche in questa situazione: lavorare in un ambiente positivo e piacevole, imparare l’importanza della programmazione e della gestione del tempo, utilizzare gli strumenti più adatti a ciascuno, sperimentandone anche di nuovi, ha aiutato i ragazzi non solo “a restare sul pezzo” ma a costruire e migliorare sempre più il proprio metodo di studio, ad aprirsi alle novità, a scoprirsi capaci, a riconoscersi e credere nei propri speciali e unici talenti.

Siamo proprio orgogliosi di tutto ciò. Grazie ai ragazzi e ai genitori che hanno creduto in noi.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Confermando l’invio di questo modulo dichiaro di aver preso visione dell’Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679. Voglio ricevere newsletter ed aggiornamenti dal sito associazionepuntouno.net. I dati verranno conservati e trattati come indicato nell’(informativa sulla privacy)